info@pffuturetecnology.it +39 340 9340438

Quello della videosorveglianza è un mercato in costante crescita, con richieste in aumento: dal residenziale alle piccole attività commerciali, fino alle grandi industrie e al controllo cittadino. In linea con questa tendenza evolutiva, noi di PF Future & Tecnology ci siamo impegnati nella ricerca continua ed instancabile della qualità e affidabilità dei nostri prodotti, garantendo una protezione sempre più accurata e precisa, capace di prevenire il fenomeno in aumento dei piccoli crimini e degli atti di vandalismo.
Abbiamo tutti il diritto di sentirci al sicuro nella nostra casa o attività lavorativa e uno dei metodi più utilizzati per poter identificare subito le persone che entrano ed escono dall’edificio é proprio l’installazione di un impianto di videosorveglianza. A quali scopi venga installato un impianto del genere è di facile risposta: i furti e gli atti vandalici negli appartamenti, negozi sono purtroppo all’ordine del giorno ed avere un sistema in grado di riprendere ogni cosa è sicuramente un metodo che identifica e scoraggia i malintenzionati. Esistono in commercio varie tipologie di impianti di videosorveglianza, ognuno adatto a specifiche esigenze – casa, negozio, azienda, aree esterne – e, chiaramente, con dispositivi e prezzi differenziati.
Il sistema di videosorveglianza può essere di due tipi: 1. Privato, ossia per video sorvegliare l’ingresso del singolo appartamento o posto auto/box. 2. Condominiale, per tenere sotto controllo le aree comuni condominiali. Nel primo caso, ossia di un impianto di videosorveglianza privato (anche, ad esempio un videocitofono), non occorre applicare le norme previste dal Codice sulla Privacy, purché ovviamente le telecamere riprendano solo il proprio ingresso e non la strada o altri ingressi.
Nel secondo caso invece, quando si tratta di un impianto di telecamere sulle aree comuni condominiali, occorre seguire le norme dettate dal Codice sulla Privacy, quindi bisogna segnalare la presenza delle telecamere con appositi cartelli, le registrazioni devono essere cancellate dopo 24/48 ore. Inoltre, le telecamere devono riprendere solo le aree da controllare e devono essere dotate dispositivi di sicurezza ad accesso consentito solo ai tecnici (e ai proprietari). Ovviamente in entrambi i casi i dati raccolti non devono essere diffusi o essere usati per altri scopi diversi da quelli della sicurezza. Le Linee Guida 3/2019 in materia di Videosorveglianza sia privata che pubblica forniscono indicazioni sui sistemi privati ed aziendali a norma del GDPR.
Famiglia e casa protette con le detrazione del 50% Proteggere la propria famiglia e la propria casa resta uno dei più importanti obbiettivi che ognuno di noi vuole raggiungere. Per agevolare la conquista di questa meta e prevenire le attività criminali, è stata prorogata per tutto il 2022 il bonus antifurto previsto nella legge di stabilità. Si potrà quindi usufruire di una detrazione fiscale del 50%, a seguito dell’installazione di un impianto di allarme e videosorveglianza atti a garantire la sicurezza da furti, aggressioni e sequestri in casa o appena fuori dall’abitazione (atrio, giardino, terrazzo, …).
Vi ricordiamo che, però, garantire la sicurezza non è sufficiente. Per poter accedere al bonus è necessario rispettare queste 6 semplici regole: 1. Impianto di allarme e videosorveglianza deve essere installato da un professionista del settore 2. Pagamento deve avvenire esclusivamente attraverso Bonifico Parlante 3. Dovete essere un privato cittadino assoggettato all’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) 4. Dichiarazione dei Redditi deve riportare la spesa e indicare i dati catastali dell’immobile dove è stato installato l’impianto 5.

PF Future & Tecnology Installa e mantiene impianti di videosorveglianza con un servizio assistenza attivo h24 7 giorni su 7